T H A I L A N D I A

Una meta che fa sognare con le sua natura selvaggia, templi, mercati, palazzi reali,

spiagge nascoste e mare cristallino

Non stupisce che la Thailandia sia una delle destinazioni più ricercate

 

In un paese così grande, l’ideale sarebbe concentrarsi in una sola zona (nord o sud),

anche se non è certamente impossibile visitare sia la parte settentrionale che quella meridionale in unico viaggio

 

 

Bangkok

 

Inizialmente farete tappa nella movimentata Bangkok, dove atterrerete, ma se disponete solo di due settimane per il vostro viaggio, vi consigliamo di fermarvi un massimo di tre notti nella caotica e afosa capitale, il tempo di ambientarvi e riprendervi dal viaggio.

Qui potrete fare shopping nel gran mercato del Chatuchak, il mercato per eccellenza, visitare il Tempio Wat Pho, conosciuto per ospitare uno dei budda più grandi del mondo (il famoso Budda sdraiato) e organizzare una giornata al mercato galleggiante (floating market) di Damnoen Saduak, con il suo labirinto di canali.

 

                                                                                                                                                    

 

Thailandia del Nord

 

Ideale per chi ama la natura selvaggia, la Thailandia del Nord offre un paesaggio spettacolare grazie alla sua ricca e variegata flora e fauna. Le città che un tempo furono capitale, Chiang Mai e Chiang Rai sono piene di templi e musei, così come di mercati artigianali da scoprire.

Lontano dalle città principali, il paesaggio della Thailandia del Nord vi impressionarà con le sue montagne, cascate, boschi, parchi nazionali e campi di riso situati in estese vallate verdi.

Qui potrete immergervi nella magica atmosfera dei templi di Chiang Mai, Lamphun e Lampang

 

                                                                                                                                                    

 

Thailandia del Sud

 

Il Sud della Thailandia è sinonimo di spiaggie con palme e mare dai colori di tonalità preziose: è qui, nel Mar delle Andamane che si possono trovare le migliori spiaggie del paese. La maggior parte dei turisti si dirige ad una o più isole della costa: Phuket, Ko Samui, la hippie Ko Pha-Ngan o Ko Tao, rinomata per leimmersioni subacquee. 


L’isola di Phuket (nota come la Perla del Sud) è sicuramente una delle destinazioni piú gettonate grazie alle sue caratteristiche spiagge bianche fatte di sabbia fina. Il suo paesaggio naturale include il parco Khao Phra Thaeo situato su una collina boscosa, una zona dove è possibile perdersi in una giungla vergine

 

                                                                                                                                                    

dalla frenetica Bangkok all'Isaan

dove esistono ancora persone vere, spontanee, ricche di quel qualcosa d’intangibile

a cui troppo spesso non diamo più il giusto valore.


L’Isaan è una regione del nordest della Thailandia tra i confini di Laos e Cambogia.

Un territorio prevalentemente pianeggiante, non toccato dal mare, i cui ritmi di vita sono scanditi dai cicli naturali


con i templi Khmer ben conservati, questa regione vanta un ricco passato



un viaggio pensato per chi vuole conoscere una Thailandia diversa, che va oltre i tradizionali circuiti turistici